Energia e cittadini

Guida all'informazione tecnica

Tariffa onnicomprensiva

Energia
Incentivata

FER
Incentivate

Soglie di
Potenza

Qualifica
IAFR

Durata
Incentivo

Incentivi
Differenziati

Ricavi

Energia elettrica netta immessa in rete

Tutte tranne solare

P <= 1 MW (per eolico
P <= 200kW)

SI

15 anni

Si

in funzione della tecnologia

 

Vendita di energia elettrica ad un prezzo onnicomprensivo che già include l’incentivo

Cos'è la Tariffa Onnicomprensiva?

La Tariffa onnicomprensiva è un incentivo monetario alternativo ai Certificati Verdi, introdotto con la Legge Finanziaria 2008 riservato agli impianti Qualificati IAFR di potenza nominale media compresa tra 1 kW e 1MW (per l’eolico il limite massimo è 200 kW). La tariffa viene riconosciuta per un periodo di 15 anni, durante il quale resta fissa, in funzione della quota di energia immessa in rete, per tutti gli impianti che entrano in esercizio entro il 31 dicembre 2012 ed include una componente incentivante e una componente di valorizzazione dell’energia elettrica immessa in rete.

Sino al termine del periodo di incentivazione, la tariffa costituisce l’unica fonte di remunerazione. Terminato il periodo di incentivazione rimane naturalmente la possibilità di valorizzare l’energia elettrica prodotta.

Come si ottiene la Tariffa Onnicomprensiva?

Il produttore di energia elettrica può richiedere la Tariffa Onnicomprensiva a seguito del rilascio della Qualifica IAFR. La Tariffa onnicomprensiva risulta alternativa ai Certificati Verdi: la scelta tra uno dei due strumenti deve essere effettuata al momento della richiesta di Qualifica IAFR; successivamente è consentito lo swich da uno strumento all’altro una sola volta durante il periodo di validità dell’incentivo.

Di seguito di descrivono i punti salienti del meccanismo incentivante tariffa onnicomprensiva:

  • Beneficiari e fonti incentivate: hanno diritto ad accedere alla Tariffa onnicomprensiva tutti gli impianti a fonti rinnovabili, ad esclusione della fonte solare, che abbiano ottenuto dal GSE la qualifica IAFR, con potenza nominale non inferiore a 1 kW e con potenza elettrica nominale non superiore a 1 MW (non superiore a 0,2 MW per l'eolico), ed entrati in esercizio in data successiva al 31 dicembre 2007. Sono dunque esclusi dal beneficio gli impianti fotovoltaici (incentivati attraverso il Conto energia) e gli impianti solari termici, la geotermia a bassa temperatura, le biomasse per il riscaldamento e tutte le tecnologie che producono calore ma non energia elettrica. Sono invece incluse le centrali ibride e gli impianti di cogenerazione, limitatamente alla produzione elettrica.
  • Energia incentivabile: Il meccanismo della Tariffa omnicomprensiva si concretizza nella corresponsione di un beneficio monetario per ogni kWh netto di energia elettrica immesso in rete. Le tariffe si applicano a una quota parte o a tutta l’energia immessa in rete a seconda della tipologia di intervento impiantistico realizzato (nuova costruzione, riattivazione, rifacimento e potenziamento). Per gli impianti nuovi, l’energia incentivata coincide con l’energia immessa in rete.
  • Tariffe: l’articolazione delle tariffe in funzione della fonte che alimenta l’impianto è illustrata nella seguente tabella, tratta dalla tabella 3 (art. 2, comma 145, Finanziaria 2008).

 Tabella: Tariffa onnicomprensiva per fonte energetica

FONTE

Tariffa
( c€/kWh)

Eolica per impianti di taglia inferiore a 200 kW

30

Geotermica

20

Moto ondoso e maremotrice

34

Idraulica diversa da quella del punto precedente

22

Biogas e biomasse, esclusi i biocombustibili liquidi ad eccezione degli oli vegetali puri tracciabili attraverso il sistema integrato di gestione e di controllo previsto dal regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio, del 19 gennaio 2009

28

Gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biocombustibili liquidi ad eccezione degli oli vegetali puri tracciabili attraverso il sistema integrato di gestione e di controllo previsto dal regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio, del 19 gennaio 2009

18

  • Durata: la tariffa viene concessa per un periodo di 15 anni. Il D.lgs. 28/2011 all’articolo 25 comma 6 ha previsto che “le tariffe fisse onnicomprensive (...) restano costanti per l’intero periodo di diritto e restano ferme ai valori stabiliti dalla tabella 3 (...) per tutti gli impianti che entrano in esercizio entro il 31 dicembre 2012”. Per gli impianti che entreranno in esercizio dal 01/01/2013 è stato definito con D.M. 6 luglio 2012 c.d. “DM Rinnovabili Elettriche” un nuovo meccanismo incentivante.

Il cosiddetto “D.L. Terremoto” (D.L. 6 giugno 2012 convertito in legge n. 122 del 1 agosto 2012), al fine di salvaguardare gli investimenti in corso o già realizzati in impianti a fonti rinnovabili prevede alcuni benefit per gli impianti ubicati nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012. In particolare l’art.8 comma 7 “DL Terremoto” stabilisce che:

  • gli impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici realizzati e quelli in fase di realizzazione nei fabbricati distrutti od oggetto di ordinanze sindacali di sgombero, in quanto inagibili totalmente o parzialmente accedono alle incentivazioni cui avevano diritto alla data di entrata in vigore del “DL Terremoto” a condizione che entrino (o rientrino) in esercizio entro il 31 dicembre 2013;
  • gli impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici già autorizzati alla data del 30 settembre 2012 accedono agli incentivi vigenti alla data del 6 giugno 2012 (meccanismo di incentivazione Certificati Verdi o Tariffa Omnicomprensiva), qualora entrino in esercizio entro il 31 dicembre 2013.

Per maggiori informazioni sulla Tariffa Omnicomprensiva consultare l’apposita sezione disponibile sul sito web del GSE:

http://www.gse.it/it/Qualifiche%20e%20certificati/Tariffa%20omnicomprensiva/Pages/default.aspx

(Ultimo aggiornamento: mercoledì 23 ottobre 2013).
Procedure autorizzative
Cerca
Trova Incentivi
Cerca

Link a A chi rivolgersi per informazioni sulla Autorizzazione Unica?